saransa

Relazioni internazionali, cucina e fotografia (non necessariamente in quest'ordine)

Chapati

Oggi mi sono dilettata con i chapati. Image

Questi sono dei pani indiani senza lievito e che si cuociono su piastra ( o padella antiaderente, a seconda delle disponibilità).

Volevo provare a farli in quanto più evito il lievito, meglio è.

Ma è anche vero che il pane azzimo di tradizione ebraica non mi ha mai entusiasmato.

In realtà però, si potrebbero considerare questi due pani cugini. Il chapati è infatti diffuso in NordAfrica, in MedioOriente oltre che in AfricaOrientale e nell’AsiaMeridionale.

Leggenda vuole che quando gli ebrei scapparono dall’Egitto il pane non fosse lievitato, e non essendoci il tempo d’aspettare, lo portarono via così. Image

Così ancora oggi il pane azzimo (matzah) viene consumato durante la Pasqua ebraica (Pesach), in ricordo di quell’uscita frettolosa e precipitosa dall’Egitto.

[ma qui si aprirebbero mille argomenti ]

Ad ogni modo, nella cucina indiana i chapati si mangiano come accompagnamento a mille piatti, ma anche semplicemente spalmati con del burro chiarificato (ghi).

Io invece me li sono fatti a modi piadina.

Rucola, crescenza e pomodorini.

Olé

Imageps: ma che belli quando si gonfiano

Annunci

Un commento su “Chapati

  1. franciwp
    15 maggio 2012

    Bellissimi!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 maggio 2012 da in cucina straniera, relazioni internazionali, ricette con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: