saransa

Relazioni internazionali, cucina e fotografia (non necessariamente in quest'ordine)

La dieta del campione

Riporto quest’articolo super interessante e che mi è piaciuto molto, pubblicato su ok-salute dell’agosto 2011.

Gli antichi greci si dopavano di carne  

di Giorgio Ieranò, docente di storia del teatro antico e letteratura greca all’Università di Trento.

 

Come allenare il corpo per le attività sportive? Che dieta scegliere e quali esercizi praticare? Per i greci, il popolo che ha inventato le Olimpiadi, tali questioni erano di grande importanza e suscitavano dibattiti molto accesi.

Già intorno al 440 a.C. un ex campione di pentathlon, Icco di Taranto, scrisse un manuale al riguardo, in cui raccomandava tra l’altro l’astinenza sessuale prima delle gare, come si usa ancora oggi nei raduni pre-partita dei calciatori. Tuttavia non sempre allenatori e medici erano in sintonia.

In origine, gli sportivi antichi si attenevano a un regime alimentare a base di cereali, fichi secchi e formaggi freschi. Poi si affermò la dottrina secondo cui dovevano consumare grandi quantità di carne. Gli allenatori erano convinti della bontà di questa dieta, specie per i lottatori la cui vittoria era sovente determinata dal peso corporeo, ma i medici condannavano severamente il carattere smodato di un simile regime alimentare.

Al tempo degli imperatori romani, il clinico Galeno scrisse una dura requisitoria contro lo stile di vita degli atleti, i quali non fanno altro che “bere, dormire e mangiare come porci” e sono tutti sovrappeso e flaccidi “come sacchi di farina”.

In effetti, gli eccessi non mancavano. La dieta seguita da Milone di Crotone, uno dei  più grandi lottatori di
tutti i tempi, prevedeva otto chili di carne e cinque litri di vino al giorno. Con quella dieta Milone vinse alle Olimpiadi ben 31 volte: possiamo considerarlo il primo caso di doping della storia.

Annunci

3 commenti su “La dieta del campione

  1. Wish aka Max
    18 settembre 2012

    Ti chiedo scusa per l’off topic, non è un commento di merito, ma un invito a votare @maghetta per i TA12 con il tuo account twitter, al link http://www.tweetawards.it/votazione/
    Se non hai un account twitter, potresti considerare l’idea di fartene uno solo per questa votazione?
    Grazie
    PS: @maghetta è l’autrice di Gikitchen

    Mi piace

    • saransa
      18 settembre 2012

      tranquillo max, maghetta la conosco già e già l’ho votata 🙂 non avrei potuto fare altrimenti

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: